Vai al contenuto

Il Digital Lettering per titoli unici

Il Digital Lettering per titoli unici

Vi sarà sicuramente capitato di vedere copertine di libri con titoli graficamente accattivanti, spesso con uno stile simile alla scrittura a mano. Probabilmente, li avrete notati anche in alcuni manifesti pubblicitari, cartoline, e anche sui prodotti di cartoleria. Sono scritte uniche, artistiche e molto decorative, gradevoli da vedere e con un carattere ben definito.

Sono realizzate, molto spesso, con la tecnica dell’Hand Lettering o del Digital Lettering. In questo articolo vi racconto di cosa si tratta, e vi svelo quali sono i passaggi che seguo io nella realizzazione di un titolo originale. Iniziamo!

Un po’ di storia

Il lettering è lo studio della scrittura a mano, non fine a sé stessa ma con lo scopo di realizzare lettere decorative e artistiche. Nel lettering, la forma di ogni singola lettera viene studiata attentamente al fine di definire una forma armoniosa, gradevole e unica. Le lettere nell’insieme devono avere una composizione ben bilanciata, con una cura e un’attenzione artistica. Viene conosciuto anche con il termine di Hand Lettering.

La scelta di dare una forma artistica e decorativa alle lettere è molto antica, basta pensare ad esempio ai monaci medioevali amanuensi che realizzavano vere e proprie opere d’arte nella stesura calligrafica dei testi religiosi.

Lettera decorativa con cavaliere
Lettera decorativa con cavaliere, XIV secolo. © National Library of Wales, CC0, via Wikimedia Commons.

Nel tempo, la differenza di stili e la forma delle lettere ha dato vita a una vera e propria classificazione tipografica dei caratteri, della quale abbiamo tre importanti varianti. La prima è quella di Francis Thibandeau del 1924, che classifica le lettere in quattro grandi gruppi, denominati famiglie. Segue la classificazione di Maximilian Vox nel 1954, dove il numero di famiglie sale a dieci.

Ma la classificazione definitiva è quella di Aldo Novarese nel 1956, che raggruppa i caratteri in dieci famiglie, ma con criteri differenti rispetto a quelli seguiti da Vox due anni prima. Su questa classificazione si basano tutt’oggi i caratteri tipografici, e ovviamente anche l’Hand Lettering.

Disegni di lettere scritte a mano, con stile calligrafico.
Esercizi di hand lettering. © Jami430, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons.

Il Digital Lettering

Il Digital Lettering non è altro che il corrispettivo digitale dell’Hand Lettering tradizionale. Il processo è il medesimo, con la differenza che viene realizzato disegnando in digitale invece che su carta.

A differenza dei caratteri tipografici, che hanno un alfabeto completo ben definito che può essere usato per scrivere qualsiasi cosa, l’Hand Lettering e il Digital Lettering non sono solitamente composti da alfabeti completi, ma spesso le lettere esistenti sono solo quelle che compongono il testo o titolo realizzato. Sono veri e propri pezzi artistici.

Tre cover di libri con illustrazioni fantasy e titoli scritti a mano.
Alcuni esempi di copertine di libri nelle quali è stata usata la tecnica della scrittura a mano per realizzarne i titoli. © Immagini e progetto grafico appartenenti ai rispettivi autori.

Usare il lettering

L’Hand Lettering e il Digital Lettering possono trovare applicazione ovunque: dalle cartoline ai poster, dalle copertine dei libri alle confezioni dei prodotti. Chiunque può studiare questa disciplina artistica (esistono tantissimi libri in merito), e la si può applicare anche nel proprio quotidiano.

Nel mio caso, utilizzo il Digital Lettering per la realizzazione dei titoli dei libri, quando mi viene richiesto. Ti mostro il mio processo di lavoro!

Preparare la base

Per prima cosa, creo un nuovo documento in Photoshop e inizio a posizionare le guide per definire la mia riga e l’altezza delle lettere. Se la scritta sarà in corsivo, mi creo anche delle guide oblique per poter seguire meglio l’inclinazione delle forme.

Con un pennello duro e nero, inizio a disegnare “in brutta” la scritta del titolo, usando lo stile che ho scelto per l’occasione. In questa fase non mi preoccupo troppo delle proporzioni e degli errori, perché ci tornerò in seguito.

Disegno di lettere scritte a mano con guide di supporto.
Dopo aver creato le guide orizzontali, verticali e oblique, inizio ad abbozzare le lettere della mia scritta. © Laura Maccarrone 2024.

Andiamo “in negativo”

Una volta che la mia scritta di partenza è stata abbozzata, applico dietro un rettangolo nero che copra tutto lo spazio della scritta, dopodiché inverto i colori della bozza e la faccio diventare “negativa”.

Adesso l’occhio noterà tutti gli errori, le parti non in equilibrio e gli spazi errati tra le lettere. Per notarli ancora meglio, l’ideale è ribaltare il foglio.

Scritta calligrafica a mano in digitale, in negativo.
Una volta “in negativo”, è più facile notare gli errori e gli spazi da correggere, oltre che la forma delle lettere. © Laura Maccarrone 2024.

A questo punto, sempre con il mio pennello vado a correggere le cose che non mi piacciono: linee storte o troppo spesse, spazi troppo ampi tra le lettere (crenatura), forme non congrue con l’idea iniziale, interlinea sbagliata e via dicendo. Proseguo finché questa seconda bozza non mi soddisfa maggiormente.

Ripristino l’immagine originale, riportandola “in positivo”. Ora è sicuramente migliorata rispetto a prima, ma potrebbe necessitare ancora di qualche correzione, che mi appresto a fare.

Scrittura digitale a mano, in stile calligrafico.
La forma delle lettere è migliorata, e una volta apportate le ultime modifiche si può ripristinare la visione “in positivo”. © Laura Maccarrone 2024.

Trasformare il testo vettoriale

Arrivata a questo punto, di solito il disegno mi convince abbastanza. Creo dunque un nuovo livello, abbasso l’opacità della bozza e inizio a disegnare con la Penna Vettoriale. Seguendo le forme della bozza, posso disegnare le lettere in modo pulito, e soprattutto migliorare l’aspetto finale.

Le lettere uguali vengono duplicate, e le parti anatomiche simili vengono replicate dove necessario. In questo modo, tutte le lettere avranno uno stile coerente tra loro.

Zoom su lettere scritte a mano con penna vettoriale.
Una volta finite le correzioni, abbasso l’opacità di livello e inizio a disegnare in vettoriale le forme definitive. © Laura Maccarrone 2024.

Ora che ho tutta la mia scritta in formato vettoriale, posso nascondere la bozza e lavorare sul definitivo. Alla forma vettoriale posso aggiungere effetti particolari, colori, sfumature e ombre. Posso anche disegnare elementi decorativi che andranno ad arricchire il testo finale.

Ecco fatto! Il testo è pronto per essere posizionato dove serve.

Testo in digital lettering calligrafico, con colori fucsia e rosa.
Il testo vettorializzato, con effetti e colori. © Laura Maccarrone 2024.

Conclusione

Che si tratti di carta o digitale, il lettering è una disciplina affascinante che, se padroneggiata, può essere utilizzata davvero in molte situazioni e settori. Ovviamente, nel caso in cui la si vuole utilizzare in ambito professionale è bene non improvvisare, ma conoscere bene tutto ciò che riguarda regole, forme e tecniche.

Iniziare con un alfabeto semplice per comprendere come disegnare le forme e inclinare la mano può essere un ottimo punto di partenza, per arrivare un giorno a creare veri e propri capolavori tipografici.

Copertina libro fantasy "La Driade di Sinospheria", con driade in primo piano.
Copertina di “La Driade di Sinospheria”. Illustrazione digitale con lettering disegnato a mano. Progetto personale © 2024.

Lavoriamo insieme!

Se il tuo libro ha bisogno di un titolo graficamente accattivante, o se necessiti di un lettering digitale per i tuoi progetti, possiamo lavorare insieme per dar vita al tuo sogno!

Sono un’illustratrice e graphic designer professionista, con un background artistico molto variegato. Ho uno stile semi-realistico e sono specializzata in arte fantasy. Puoi vedere i miei lavori nel mio portfolio, oppure sul mio profilo Instagram.

Nella pagina dedicata ai miei servizi puoi scoprire meglio cosa possiamo fare insieme, e per qualsiasi domanda o informazione puoi scrivermi.

Diamo vita ai tuoi desideri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − quattro =